3595 visitatori in 24 ore
 260 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Adele Vincenti

Adele Vincenti

Scrivo dall’età adolescenziale,
realtà, fantasia, emozioni e voli pindarici,
stati d’animo, sentimenti e fantasia,
son la mia arte liberatoria.
Scrivere non è selezionare parole, è
dar voce all’anima e al cuore.
Il poeta coglie l’invisibile.
Capta, all’attimo fuggente,
pennellate di ... (continua)


La sua poesia preferita:
"Spiritualità"
S’espande un suono dalle alte cime,
un’ode armoniosa da far vibrare il cuore,
placida unione corpo e pensiero ad elevazione spirituale...
Distillate voci ad unisono innalzano bonarie mete,
non una melodia, non due, ma mille ad oltreppassar l’estasi...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Il Prodigio di Cenerentola!
In tal maniera prodiga il sonno,
benevolo sollievo a donare rilassatezza e
foglie verdi in respir di clorofilla...
Dorme la fanciulla e sogna,
un bel castello ed un principe l’attende.
In lontananza sfuma la foschia e
la luna a far capolino in...  leggi...

" Salviamo la natura"
Un giorno trasparente, fulgido,
appare fra mille e mille giorni già vissuti,
un incanto di colori fra magiche pianure.

Traspare all’orizzonte un colle di smeraldo,
fra mille e mille fiori si infrangono colori,
profumi che inebriano il...  leggi...

E se
e se... d’amor perdona, amor perdura e
perdonando nell’amor annega,
E se ...cotanta vita non bastasse,
volgerei lo sguardo al mondo intero...
Amor d’anima fiorita,
immensa e distesa prateria,
montagne verdi e maestosità di valli.
Amazzone ad...  leggi...

Amami ora
Amami ora, sole e luna
illuminano l’orizzonte,
il cielo pullula d’uccelli in volo.
Amami fra le fronde degli agrifogli,
su colline fiorite e monti a gridar il mio nome.
Amami non attender altro giorno, effimero è il tempo.
Amami dall’alba, al...  leggi...

Chissà cosa Pensi?
Chissà cosa pensi?
Aggroviglio di matassa i pensieri,
striscianti vipere avvelenate,
stanca bruma e nuvole a scendere dal cielo.
Passato ad appartenere al tempo,
giochi di memoria in placido sentire.
Chissà cosa pensi?
Sul viso fantasmi a divenire...  leggi...

Fragile Amore
Questo amore fragile indifeso
sottrae al tempo ogni pensiero
e dolorante vaga.

Disperde il suo nettare
si nutre del suo dolore,
brucia di sensazioni che cadono nel vuoto.

Questo amore incerto, insicuro, evanescente,
offuscato dal suo mistero...  leggi...

Dalla Finestra
Dalla finestra
sprazzi di fumo a vagar nel cielo
stormi d'uccelli a dipinger di nero,
in lontananza fugge la memoria,
s'avvia sul colle ad osservar la scena,
luci accecanti a nasconder la visione.
Dalla finestra il tempo vola,
sparpaglia essenze...  leggi...

Papa Francesco
"PAPA FRANCESCO"

All'inbrunir della sera fumo bianco e
colomba ad annunciar pace, esulta il mondo.
Bianca...  leggi...

Vecchio anno
Ombre sbiadite, fuochi spenti,
immagini sfocate, piccole fatiche,
dolori, gioie, ore passate.
Scatola da chiudere nel granaio dei ricordi
dove la voce tace,
spegnerò le stelle per farti riposare.
Il mondo scriverà titoli,
follie,...  leggi...

Riflessioni
Dove il vento scompiglia le cime dei vecchi cipressi,
il tempo inosservato delinea cupi silenzi.

Di solitudine veste la paura per adagiarsi
fra le mura di questo cimitero.

Il vento spezza le ali e tace,
acre è l'odore che emana...  leggi...

Carezze al cuore
Fiocchi d’organza,
tenui colori e brividi di sole.
Argentea luce sulle onde,
spuma schizzata sulla riva.
Avvolgenti e carezzevoli
sinfonie cantano lodi all’anima...
Piume al vento e silenti voli
ad abbracciar il cuore:
attimi sublimi.
Il tuo...  leggi...

Gemma di Luce
Bagliori imperversano, investono,
si fanno baciare.
Nasce il giorno, mette la veste,
tinge di rosso il suo volto.
Allunga la mano, avvolge i miei fianchi,
accarezza, baciando
il mio corpo colorandomi la veste di rosso.
Sboccia la luce,...  leggi...

Adele Vincenti

Adele Vincenti
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
"Spiritualità" (23/10/2018)

La prima poesia pubblicata:
 
Gemma di Luce (25/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Poetico Canto (16/05/2021)

Adele Vincenti vi consiglia:
 " Ai Confini Dell'Anima" (11/04/2016)
 " La Speranza" (06/10/2016)
 " Maggio " (27/05/2016)
 " Un Cuore Per Il Mondo! (13/03/2018)
 "Naufrago per caso..." (20/02/2016)

La poesia più letta:
 
Gemma di Luce (25/01/2011, 7306 letture)

Adele Vincenti ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Adele Vincenti!

Leggi i 295 commenti di Adele Vincenti


Leggi i racconti di Adele Vincenti

Le raccolte di poesie di Adele Vincenti

Adele Vincenti su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 20/10/2019
 il giorno 20/10/2019
 il giorno 26/06/2019
 il giorno 23/05/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Adele Vincenti
ti consiglia questi autori:
Eolo
 Sergio Melchiorre
 Saverio Chiti
 Pagu
 Demetra AV

Seguici su:



Cerca la poesia:



Adele Vincenti in rete:
Invia un messaggio privato a Adele Vincenti.


Adele Vincenti pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Due topolini alla festa!

Fantasy

Il bosco era un oasi di tranquillità e due topolini allegri e baldanzosi uscivano dalla "Taverna Tronchetto “ situata al centro del bosco e mentre allegramente andavano parlottando, ad un tratto i due topolini udirono una tromba suonare, suono alquanto noto al popolo, era il banditore del Castello Regale. L’ editto del bando informava; Udite, Udite domani al Palazzo Regale ci sarà una grandiosa festa in onore del Principino, per il suo diciottesimo compleanno, siete invitati alla festa che avrà inizio alle 18: 00 pomeridiane con balli e cibo a volontà!..”

I due topolini ben vestiti e sobri usciti da pochi minuti dal“ bar tronchetto, bar ricavato all’ interno di un grosso tronco di quercia, ascoltarono il bando e incominciarono a fantasticare preparandosi un piano d’ azione primordiale per andar alla festa e farsi una scorpacciata a crepapelle di cibi prelibati preparati a corte ..Parlarono esponendo le proprie modalità per entrare nel castello senza essere notati da nessuno e dopo tante discussioni finirono per non accordarsi e presero la santa decisione di incontrarsi nel portone del palazzo. Il giorno dopo i topolini, ben vestiti si incontrarono al palazzo, si nascoero in un angolino e fecero accordi di comportamento, Riffa con un tono risoluto disse a Mano Lesta” Sia ben inteso ruberemo solamente cibo e dovremmo comportarci da topolini seried onesti insomma dobbiamo preservare la nostra reputazione”! “ Mano Lesta alle parole di Riffa: Hai ragione sono d’ accordo con te! I due topolini erano ben conosciuti nei dintorni le avevano affibbiato il titolo di avventori e ladruncoli da quattro soldi, insomma non erano ben visti in città. La topolina “ Riffa” e il topolino era suo compagno “ Mano Lesta, avevano mani lunghe e veloci per rubare! “ Riffa e “ Mano Lesta” non amavano lavorare e mangiavano, rubacchiando a destra e manca.. All’ entrata del palazzo c’ era tanta gente ben vestita, abiti sontuosi da far tremar gli occhi e belle carrozze con cavalli, ove scendevano signori e signore per entrare nel grande salone Regale, ove ad attenderli statuariamente c’ era il re e la regina ed al loro fianco l’ affascinante, educato Principino suo unico figlio, il Principino non passava inosservato ed era conteso dalle ragazze più in vista della bella società nobiliare. La gente invitata salutava inchinandosi e ringraziandoli per esser stati invitati per quell’ evento. Riffa e Mano Lesta essendo piccini e visti di mal occhio, veloci si nascosero sotto a belle sottane di due signore passate accanto a loro, avevano abiti larghi e lunghi . I due topolini si posizionarono ad un passo dalle scarpe delle Signore, ben attenti a non farsi calpestare, si fermavano andando a passo con loro, fu così che entrarono nel suntuoso salone, accovacciati sotto i vestiti a sbirciare se potevano trovare un angolo per poter nascondersi nel salone. Riffa, intravide bei tendaggi, erano poco distanti da loro, veloce si liberò della sottana della Signora e rotolò dietro la tenda e con grande piacere vide che il tavolo, dove erano esposte le buone cibarie era situato a pochi passi dalla tenda, ove si nascose, leccandosi i baffi, c’ erano tante leccornie da gustare..

Mano Lesta, attento ai movimenti di Riffa anche lui volò accanto a Riffa. Furono attenti a non farsi vedere, altrimenti le signore per paura avrebbero gridato. Silenziosi pian piano si postarono ai piedi del tavolo, colmo di ogni bene. Salendo e scendendo dal piede del tavolo prelevavano panini imbottiti, rustici e tartine e dolcetti da gustare, fecero una grande scorta, ed in seguito l’ avrebbero portata a casa, accatastarono cibo che in seguito avrebbero portato a casa. Nel salone la gente era ammassata come sardine in scatola, e i due topolini pensarono, non possono accorgersi di due topolini color marrone, color del pavimento. Nel salone le pareti erano addobbate con sedie, per dar modo alla gente di sedersi e riposarsi, erano tutte occupate da Signore ben vestite adornate di gioielli da mostrare. Mano lesta, giocava sotto gli abiti delle signore, e passava di sedia in sedia per poi salire sul schienale, sfiorando la schiena alle Signore. Le Signore intente a raccontar le loro avventure non si accorsero di nulla, mentre al topolino Mano Lesta le prudevano le mani, le belle pietre incastonate nell’ oro, l’ avrebbe prese volentieri. Golose collane, e pietre preziose le facevano l’ occhiolino, ad un tratto, cadde a terra una collana proprio vicino ai suoi piedi, la prese fra le mani e veloce la trainò, ll’ angolo dove avevano nascosto il cibo..Riffa, sorpresa e stizzita disse; Ricordi Mano lesta cosa ci siamo detti? Si doveva rubare solo cibo? Non è vero? Mano Lesta non rispose era estasiato di aver preso la collana e l’ adrenalina l’ aveva sopraffatto e guardando i gioielli non riusciva a pensar ad altro e veloce ritornò sotto le sedie delle signore ove, chissà potrebbe essere fortunato e presentarsi un altra occasione, lui e Riffa avrebbero vissuto tranquilli senza lavorare. Salì su altra sedia, la signora che vi sedeva aveva al collo una collana di brillanti e zaffiri, sapeva ben riconoscere le pietre, era un esperto ladruncolo e pian piano, aprì la chiusura del vestito situata al collo e la signora non si accorse di nulla, la collana cadde sul pavimento e lui la trascinò dietro alla tenda..Quando Mano Lesta ritornò con un’ altra collana e Riffa si arrabbiò e delusa disse” Senti Mano lesta non ti conosco e di ciò che hai combinato dovrai assumerti la responsabilità intesi urlò? Mano Lesta “ Va bene!” litigavano sentitamente e all’ improvviso nel salone udirono una grande confusione mentre la gente si guardava e annuiva, una con l’ altra spaventate.

Il Re fece sbarrare porte e finestre e nel castello, non si poteva entrare ne uscire. Anche i piccoli topini, Riffa e Mano Lesta erano prigionieri del Re, erano nascosti fra il tavolo e la tenda..Il Re gridò con tono minaccioso; Chi ha rubato le collane alle signore, qui presenti le consegni a me e faremo finta che sia stato uno scherzo di cattivo gusto, ma pur sempre un scherzo. Consegnatele o chiameremo la polizia e vi scoveranno passando grossi guai!”..

Riffa e Mano lesta da dietro la tenda discutevano, Riffa accusava Mano Lesta dell’ inconveniente creatosi e pregò Mano Lesta di consegnare le collane. Ad un tratto a Riffa balenò un’ idea; “ le getteremo fra la folla, così sembrerà che le Signore l’ abbino perdute!" A Riffa piacque l’ idea del compagno. Mano Lesta, gettò le collane fra le gambe degli ospiti e poco dopo qualcuno gridò “ Sire la collana è sul pavimento!” La prese fra le mani e l’ alzò per farla vedere era un gentiluomo, tutti lo guardavano con curiosità. Un Signore ben distinto e d’ aria bonaria ma, le persone dubbiosie lo scrutavano ed un’ altra donna nel salone con tono altisonante ” Sire ho una collana sotto i piedi!” si girarono a guardare ad occhi bassi videro la collana che giaceva sul pavimento, fu silenzio e la gente non sapendo cosa pensare, nel salone iniziò un gran bisbigliare, ognuno esprimeva ed alludeva, allusioni non buone nei confronti di chi aveva trovato le collane. Loro avevano fatto un comportamento onesto, ma difficile da credere!. La festa del principino, fu rinviata, mentre Riffa e Mano Lesta, contenti e soddisfatti ridevano a crepapelle, avevano bevuto, e mangiato ed uscirono dal palazzo. Ma quei sfortunati Signori, onesti e comportati da tali, furono etichettati da approfittatori e poverini quando entravano nei negozi a far la spesa ogni commerciante non li perdeva di vista per paura che rubassero la loro merce, insomma etichettati ladruncoli. Non volle credere quasi nessuno alla loro purezza ed innocenza.

Riffa e Mano Lesta si salvarono a spese della brava gente!..

Questa è la storia di Riffa e Mano lesta due topolini lestofanti!!


Adele Vincenti 18/01/2020 13:30 315

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Adele VincentiPrecedente di Adele Vincenti

Nota dell'autore:
«la fiaba è tutto frutto della mia fantasia e
nomi e fatti sono puramente casuali...
Adele Vincenti
14 Gennaio 2020
»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Vedi i racconti di Adele Vincenti:
nella categoria:
dell'anno:













Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Racconti

Amore
Due camelie rosse sul cappello! Settima parte!
Due camelie rosse sul cappello! Sesto Episodio!
Due camelie rosse sul cappello! Quinta Parte!
Due Camelie Rosse Sul Cappello! Quarta Parte!!
Due Camelie Rosse Sul Cappello! Terza Parte!!
Due camelie rosse sul cappello! Seconda Parte!
Due camelie rosse sul cappello! Prima Parte!
Amor tradito!
Biografie e Diari
" Nel Bosco"
Era un’estate di tanto tempo fa!
Viaggio sul treno Roma Lecce e ritorno
Fantasy
La casetta Incantata!
Il Diario di un castagno! Dalla Raccolta; Gli Alberi Parlanti!
Il Tiglio! Dalla Raccolta (Gli Alberi Parlanti)
La Vecchia Quercia! Raccolta Alberi Parlanti!
"Fata Pratolina e la Formica Birba!"
L’uccellino sulle fronde! "Favole della raccolta“ Gli Alberi Parlanti”
La Zanzara Lila!
La farfalla Lenù!
“Il gufo impaurito " Raccolta Gli Alberi Parlanti"
La Moscerina la campanula e il girasole
"Sabatino Microscopico Bambino"
" La paura di Iris"
La Farfallina Educata!
Due topolini alla festa!
"Favola nella favola!"
La rana e la Libellula"
" Il Cervo Ferito!
Genuino e Beniamino
"Goccia di vita"
Gli Alberi Parlanti!
"La Principessa Alina!"
I dodici bambini; Mesi dell’Anno
La Libellula Desirè e il Ranocchio Arturo!
Sociale e Cronaca
" La Tolleranza!"

Poesie

Racconti

Amore
Due camelie rosse sul cappello! Settima parte!
Due camelie rosse sul cappello! Sesto Episodio!
Due camelie rosse sul cappello! Quinta Parte!
Due Camelie Rosse Sul Cappello! Quarta Parte!!
Due Camelie Rosse Sul Cappello! Terza Parte!!
Due camelie rosse sul cappello! Seconda Parte!
Due camelie rosse sul cappello! Prima Parte!
Amor tradito!
Biografie e Diari
" Nel Bosco"
Era un’estate di tanto tempo fa!
Viaggio sul treno Roma Lecce e ritorno
Fantasy
La casetta Incantata!
Il Diario di un castagno! Dalla Raccolta; Gli Alberi Parlanti!
Il Tiglio! Dalla Raccolta (Gli Alberi Parlanti)
La Vecchia Quercia! Raccolta Alberi Parlanti!
"Fata Pratolina e la Formica Birba!"
L’uccellino sulle fronde! "Favole della raccolta“ Gli Alberi Parlanti”
La Zanzara Lila!
La farfalla Lenù!
“Il gufo impaurito " Raccolta Gli Alberi Parlanti"
La Moscerina la campanula e il girasole
"Sabatino Microscopico Bambino"
" La paura di Iris"
La Farfallina Educata!
Due topolini alla festa!
"Favola nella favola!"
La rana e la Libellula"
" Il Cervo Ferito!
Genuino e Beniamino
"Goccia di vita"
Gli Alberi Parlanti!
"La Principessa Alina!"
I dodici bambini; Mesi dell’Anno
La Libellula Desirè e il Ranocchio Arturo!
Sociale e Cronaca
" La Tolleranza!"


Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it